Addio ad Angelo Caroli

Addio ad Angelo Caroli

E dopo Samperi, un altro pezzetto di storia rossazzurra se ne va. Ci ha ha lasciati oggi Angelo Caroli, rossazzurro nella difficile stagione 1957-58 dove contribuì a suo modo alla salvezza con 17 presenze segnando 3 reti, nonostante alcuni malanni fisici che ne limitarono il rendimento.

Memorabile il gol nel derby a Messina del 2 marzo 1958 terminato 2-0 (l’altra rete siglata da Patino). Caroli precedentemente e successivamente al periodo catanese ha militato nella Juventus (con la quale vinse lo scudetto nella stagione 1960-61), per un totale di 13 presenze in campionato con la casacca bianconera tra il 1956 e il 1962.

L’ultima tappa della carriera fu Lecco in Serie B nel 1962-63. Appese le scarpe al chiodo intraprese la carriera giornalistica, alla quale affiancò quella di scrittore di buon successo. Tra le sue opere meritano menzione particolare “Fischia il Trap. Vittorie e tormenti di un re della panchina“, “Ho conosciuto la Signora. Juventus intima“, “Da Coppi a Pantani. Bici: grandi imprese” “La donna nel pallone”.

In copertina, la formazione di Catania-Messina del 2 marzo 1958. Caroli è il secondo da sinistra in basso (foto: Martinea)

 

 

Sergio Capizzi

Nato in una domenica da trasferta quando Luvanor riuscì a segnare in quel di Pisa, è un collezionista di materiale calcistico in particolar modo rossazzurro. Gregario di “Quelli del '46”, ama raccontare aneddoti curiosi che riguardano la storia del Catania.