You are currently viewing Catania femminile: C(i) siamo!

L’ultima tappa della stagione rossazzurra delle liotrine di mister Scuto si conclude trionfalmente al campo comunale di Santa Teresa di Riva. Di fronte le ragazze neroverdi di Brolo, che nel proprio raggruppamento triangolare sono riuscite ad emergere arrivando a questa sfida cruciale.

Dopo la premiazione pre-gara delle due squadre finaliste, inizia una vivace contesa, che assume subito i contorni rossazzurri. Al 1′ Finocchiaro ci prova con un tiro da fuori abbastanza velleitario. Al 3′ punizione per il Catania e para Castillejo (vecchia conoscenza di mister Scuto e delle rossazzurre). Al 6′ ancora il Catania prova a tastare il polso ma il tiro di Migneco si stampa sulla traversa. Ancora al 10′ Castillejo, su un tiro di Finocchiaro, si esibisce in uno splendido colpo di reni salvando la propria porta. Sono queste iniziali fasi di gioco in cui le rossazzurre tentano senza fortuna la via del gol, contrastate efficacemente e in maniera energica dalle ragazze brolesi. Le azioni scorrono con gagliardo agonismo e molto velocemente da ambo le parti.

Corre il minuto 12 e Finocchiaro imbecca Vitale; il pallone è appena toccato da Beatrice e finisce sul fondo. È il preludio al gol. Passano appena due minuti e Pennisi dà il via alla manovra d’attacco. La solita Vitale si fa trovare lesta in area ad agganciare il pallone al volo scaraventandolo in rete. Ancora cinque giri delle lancette dell’orologio e Finocchiaro dalla sinistra tira in porta; Castillejo tocca la palla che però finisce ugualmente in rete. Siamo al 19′ ed già 2-0 per le girls rossazzurre. L’opposizione neroverde è durata poco meno di un quarto d’ora e il rullo compressore etneo non si ferma più. 21′: Finocchiaro si libera di Basile, lancia Vitale che stoppa di petto ed effettua il tiro; Castillejo smorza il pallone ma la numero 9 etnea lo riprende spedendolo ancora in rete. Provano timidamente ad alzare la testa le atlete in neroverde: Pagano stoppa un pallone, lo passa a Minciullo ma il tiro è svirgolato.

Due minuti prima di giungere alla mezz’ora Vitale serve Pennisi che trovando il varco chiuso torna indietro. Quest’ultima passa la palla a Finocchiaro ma il tiro è fuori. Seguono pochi istanti e Vitale in area tenta la conclusione con il tiro che è parato da Castillejo la quale però rinvia sui piedi di Migneco. La botta della 11 rossazzurra fa tap-in sul palo a sinistra carambolando in rete. Appena 30 primi di gioco e risultato perentorio in favore alle etnee. Al 34′ sussulto brolese: Serena Guardino innesca Di Benedetto che è brava a trovare in area Minciullo. La numero 9 neroverde stoppa la sfera ed effettua un leggero pallonetto che scavalca Orlando finendo lentamente in rete. Nemmeno il tempo di annotare sul taccuino l’andamento del gol brolese, che sull’azione successiva perviene la quinta marcatura in favore delle ragazze di mister Scuto. Costanza Pennisi tira in porta, il pallone è toccato da Castillejo ma finisce sul piede di Vitale che non perdona. Ancora le messinesi avanti ma Di Benedetto col suo tiro dalla distanza non impensierisce Orlando che para facile. Quando siamo in pieno recupero (48′), Migneco dà la palla a Distefano che sulla fascia destra prosegue l’azione. Il pallone perviene a Beatrice Vitale che a porta vuota trova comodamente la via del gol. Dunque 6-1 al primo tempo, risultato forse severo per l’impegno della brava portiere Castillejo, sempre pronta a tentare di sbarrare la via del gol alle avversarie, ma giusto per l’energia profusa in campo dall’armata catanese.

Ripresa: primo minuto e Pennisi in area libera da marcatura, tira ma svirgola il pallone. Passano cinque minuti e Distefano serve ancora Costanza ma il tiro è neutralizzato dalla guardapali brolese. Al 7′ è Fiorile a provarci con un bel tiro da fuori ma Castillejo si esalta con uno splendido colpo di reni parando all’angolino basso. Arriviamo al minuto numero 12 che vede l’ultima marcatura dell’incontro: Finocchiaro, in splendida percussione sulla fascia sinistra, macina circa 45 metri di campo e conclude con un tiro che termina inesorabilmente in gol. Tra il 13′ e il 16′ tenta la conclusione per ben due volte Vitale: la prima è messa da Castillejo in angolo, nella seconda l’estrema brolese para ma non trattiene; riprende Beatrice ma è fermata da una difensore neroverde. Rimaniamo al minuto 16 e brivido per il Catania: Venuto tira e colpisce il palo. Il pallone rimpalla sulla schiena di Viola Orlando frattanto distesa a terra, ma viene comunque messo fuori dalla difesa etnea. Dieci minuti ancora e Minciullo, che conquista il pallone perso da Chiricò, tira colpendo il palo. Il cuoio respinto dal legno ritorna sui piedi di Scivoletto che da posizione molto accentrata tira a botta sicura ma trova Orlando protesa come un’anguilla a smanacciare la sfera che di testa Luana Pietrini allontana dall’area rossazzurra.

Nel recupero prima Migneco tira di poco a lato con Castillejo che controlla l’uscita della sfera, poi Pennisi servita in area, si ritrova face to face con la portiere brolese sparandole il pallone addosso. 7-1 il finale da Santa Teresa di Riva con i festeggiamenti per le ragazze rossazzurre che si concedono un tuffo in mare prima di rientrare negli spogliatoi. Buona nel complesso la direzione di Arcoleo, ragazza palermitana che ha arbitrato (coadiuvata dalle colleghe Schillaci e Di Franco) con decisione ma senza protagonismi inutili.

“Un grazie a Giordana Fazio, la nostra preparatrice atletica di soli 19 anni, ma tanta grinta e abnegazione: è merito suo se tutte le ragazze hanno retto i ritmi e disputato un’ottimo torneo. Il futuro? Da domani penseremo già alla prossima stagione”.

Queste le parole nel post gara del serafico ma felicissimo mister Peppe Scuto. Intanto il sole comincia ad assopirsi tra le montagnole antistanti l’impianto sportivo salutando così la promozione in serie C. Complimenti, ce l’avete fatta, liotrine!

 

Catania-JSL Brolo 7-1

Finale campionato Eccellenza per la promozione in serie C.
Santa Teresa di Riva, 27 giugno 2021

Calcio Catania: Orlando (27’ st Aleo); Chiricò (33’ st Militello), Pietrini, Fiorile; Romano, Finocchiaro (41’ st Zuppelli), Di Stefano, Di Mauro (27’ st Saraò), Migneco; Pennisi, Vitale (35’ st Messina). A disp.: Fazio, Crisafi. All. Scuto.

JSL Brolo: Castillejo; Basile (35’ st Merlino), Russo, Cucinotta (13’ st Licciardo), Giorgianni (3’ st Scivoletto); Fiocco, Salerno (7’ st Venuto), Guardino; Pagano (14’ st Bilardi), Minciullo, Di Benedetto. A disp.: Calandra, Scaffidi, Mondello B., Vita, Mondello M.. All. Palmeri.

Arbitro: Arcoleo di Palermo.

Marcatrici: 14’ pt Vitale (C), 19’ pt Finocchiaro (C), 21’ pt Vitale (C), 29’ pt Migneco (C), 34’ pt Minciullo (B), 35’ pt e 48’ pt Vitale (C), 12’ st Finocchiaro (C).

Note: ammonite Di Mauro, Fiocco.

 

 

Nato in una domenica da trasferta quando Luvanor riuscì a segnare in quel di Pisa, è un collezionista di materiale calcistico in particolar modo rossazzurro. Gregario di “Quelli del '46”, ama raccontare aneddoti curiosi che riguardano la storia del Catania.